L’altezza della libertà

Viaggio tra l’essenziale bellezza delle Alpi Apuane
Gianluca Briccolani
Romanzo autobiografico fotografico d’avventura
Panel 1
“Quando carponi riconquisto l’unico opercolo del mio nautilo per sgusciare fiaccamente all’aria aperta, i raggi del nuovo giorno rifulgono sul sontuoso Gruppo delle Panie come l’alba del primo giorno sul Creato”
Panel 2
“All’ultimo istante non oso, perché mi rendo conto che la Natura non è mia e se impedissi il suo regolare corso con la mia invasione di campo, mi porrei di fatto alla stregua di coloro che vilipendono questi fianchi montuosi”
Panel 3
“Quando a malincuore torno sui miei passi, mi ripeto sempre che Lei non si muove,
Lei resta lì per coloro che con pazienza e dedizione la sapranno corteggiare”
Panel 4
“Oggi, purtroppo, l’amena distesa di antichi faggi è deturpata da quel bianco pallore che un occhio distratto potrebbe facilmente scambiare per neve,
ma che in realtà è rappresentato dall’abbacinante blasfemia del marmo appena estratto”